Passa ai contenuti principali

L'Ossidiana. L'amica che ci aiuta a capire i lati oscuri

L’ossidiana è utilizzata a scopo terapeutico per aiutarvi a riconoscere e comprendere i lati più oscuri della vostra personalità. Questo vetro vulcanico può assumere varie colorazioni anche se l’ossidiana nera è quella più comune. Vi aiuta a sviluppare le vostre potenzialità latenti. Pensate che già nell’Età della Pietra veniva utilizzata a scopi ritualistici. Un’eccellente pietra meditativa che aiuta a superare i blocchi.

E’ la seconda pietra con sistema cristallino amorfo (l’altra è la pietra ambra) che vediamo qui su Alchimia Delle Pietre. Il suo processo di formazione è effettivamente molto interessante. Nasce dalla veloce solidificazione della lava. Gli ioni silicato dei quali è ricca non si ordinano in una delle sette e ordinate strutture cristalline ed ecco che sono (non)organizzate in una struttura amorfa.
L’uomo ha sempre dimostrato una forte attrattiva per questo vetro naturale ricco di inclusioni si liquide, gassose e solide. E’ proprio la presenza di ulteriori sostanze che offre una discreta varietà di ossidiana.

A chi è rivolta l’ossidiana?

L’ossidiana è una pietra rivolta a tutti voi che avete una mente versatile e non desiderate restare imprigionati in schemi fissi. A voi che sapete adattarvi alle situazioni e cambiar forma in base alle circostanze. Brillanti in varie sfere della vita proprio per l’ottima capacità di interpretare vari ruoli senza per questo perdere la vostra personalità. E’ perfetta per tutti voi che fate del qui e ora l’unica cosa che conta davvero. Spontanei e attivi. Spesso vedete le vita come un bel gioco, con il rischio però di scontrarvi con alcune verità molto meno rosee.

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani, perciò oggi è il giorno giusto per amare, credere, fare e, principalmente, vivere.
(Dalai Lama)

Varietà di ossidiana
  • Ossidiana Nera: è la versione più classica e comune.
  • Ossidiana Trasparente: conosciuta anche con il nome di ossidiana affumicata. Si forma quando non vi sono sostanze estranee.
  • Ossidiana Argentea: si forma quando vi sono bolle di gas ben distribuite che conferiscono un bel colore argentato.
  • Ossidiana Arcobaleno: quando all’interno delle bolle di gas vi è un po’ di acqua, ecco che ottiene un aspetto molto colorato.
  • Ossidiana Fiocco di Neve: durate la cristallizzazione possono inserirsi dei feldspati grigi che offrono appunto questa meravigliosa pietra piuttosto rara.
  • Ossidiana Mogano: quando vi è il ferro che produce le macchie brune o rossastre.
  • Ossidiana Dorata: ha inclusioni giallastre
  • Perlite: in questo caso assume una colorazione grigia. Quando ha la stessa colorazione ma proviene dalla Sibera, in particolare dal Monte Marekan, ecco che si parla di Marekanite.
  • Ossidiana Verde: Appare verde a luce trasmessa.
  • Ossidiana Nobile: bellissima, ma purtroppo è artificiale. E’ un bel colore azzurro/verde. Qualcuno le attribuisce anche delle proprietà.
Proprietà dell’ossidiana

Mente

Vi aiuta a liberarvi delle disarmonie quotidiane, il risentimento, la rabbia e la paura. Un ottimo anti-stress. Quando lavorate su voi stessi per lasciar andare determinati sentimenti negativi assicuratevi di avere sempre con voi l’ossidiana.
Grazie a questa pietra potrete superare meglio gli shock, le grandi paure e i traumi del passato che vi impediscono di evolvere costringendovi a ristagnare in convinzioni che vi fanno solo del male.

Corpo

Viene utilizzato in cristalloterapia contro il dolore fisico in qualsiasi zona del corpo. Accelera la cicatrizzazione di una ferita stimolando la rigenerazione dei tessuti. Sembra che stimoli anche la circolazione sanguigna, motivo per cui è consigliata se soffrite di mani e piedi sempre freddi. Il suo utilizzo a livello fisico comunque è piuttosto ridotto. Nonostante l’ossidiana sia una pietra che vibra in relazione al primo chakra e per tanto ha energie piuttosto terrene, il suo compito è quello di aiutarci soprattutto da un punto di vista spirituale ed energetico.

Spirito

Vi difende dalla negatività. E’ perfetta durante il radicamento perché consente un miglior contatto con la Terra. Le sue vibrazioni sono eccellente e si possono percepire anche con un utilizzo breve. Ovviamente in base alla tipologia di ossidiana che possedete, le proprietà cambiano. Tuttavia l’intera famiglia di queste pietre vulcaniche ha diversi punti in comune.
L’ossidiana in diverse parti del mondo è stata utilizzata dagli sciamani per entrare in contatto con il mondo degli spiriti. Grazie alle sue vibrazioni elevate favorisce il contatto spirituale anche con lo spirito guida. Si dice che, guardando dentro un esemplare di ossidiana opaco, è possibile vedervi le immagini dei cari defunti.
Se da una parte l’ossidiana aiuta a entrare in contatto con queste energie, stimolando anche il dono della profezia, dall’altra agisce anche come amuleto di protezione. Aiuta a comprendere il senso profondo di questa vita, a trovare le risposte delle quali siamo in cerca.

Energia

Nella cristalloterapia l’ossidiana svolge la funzione di detergente energetico. Lavora sull’aura del corpo umano per pulirla da eventuali blocchi. In pratica, consente di eliminare le impurità e le negatività ferme nel campo aurico, aiutandovi a trovare di nuovo la vostra salute spirituale, fisica ed emotiva.
Vibra in corrispondenza al primo chakra. La sua energia aiuta a mantenersi radicati a terra. Tutte le energie presenti nel proprio corpo in maniera troppo massiccia (causa di blocchi), grazie all’ossidiana possono essere ridistribuite e quelle in eccesso, fluiscono via attraverso il primo chakra durante il radicamento.

Mitologia dell’ ossidiana

Il nome ossidiana deriva da quello di Obsius. Secondo Plinio quest’uomo scoprì la pietra in Etiopia. E’ una delle pietre più antiche, veniva utilizzata nell’Età della Pietra per creare strumenti ritualistici. Era ritenuta capace di sconfiggere i demoni. I sacerdoti Maya la utilizzavano per leggere il futuro mentre nel medioevo era spesso protagonista di riti magici. Per secoli gli sciamani di varie parti del mondo anno utilizzato questa pietra per entrare in contatto con gli spiriti.
Utilizzo, purificazione e caricamento

L’ossidiana, come tutte le pietre nere del resto, vibra con le frequenze del primo chakra. Deve essere indossata quindi nelle zone basse del corpo. Va bene come anello, bracciale o cavigliera. Da evitare ciondoli di ossidiana. Aiuta nel radicamento e nella meditazione in generale. Tenetela a contatto con la pelle se cercate un aiuto dal punto di vista mentale. Se la utilizzate invece a scopi energetici e spirituali, basta prenderla nel momento del bisogno. Utilizzatela nei trattamenti energetici per pulire l’aura.

Caricatela sotto le energie della luna. Per la purificazione invece, preferite il metodo dell’argilla, posizionatela sopra una bella drusa oppure, purificatela con il Reiki.

Commenti

Post popolari in questo blog

La sindrome del cane nero è una patologia che non colpisce i cani, ma bensì gli umani.

Questa malattia ha come effetto quello di guardare i cani neri in modo diverso. Se ritrovate il vostro pensiero in almeno una delle frasi seguenti, siete affetti da questa grave malattia.

I cani neri sono più pericolosiI cani neri fanno pauraI cani neri hanno più probabilità di mordereI cani neri hanno la tendenza ad essere più aggressivi

Vi rendete conto dell’assurdità di queste affermazioni?  Eppure molta, troppa gente condivide almeno una delle frasi precedenti.
RAZZISMO VERSO IL CANE NERO Fenomeno diverso da quello del cane razzista, è il razzismo degli umani nei confronti dei cani neri. Che ci crediate o no, quando porto fuori Nerone (il mio canone nero coraggioso) la gente lo guarda con sospetto e mi dice se è buono o meno. Riprendono solo a respirare quando gli dico che ha paura e che non è un pericolo. 

Pensare che il colore del pelo possa influenzare il carattere di un cane equivale a pensare che la Regina Elisabetta dorma sotto i ponti. E’ assurdo. Non c’è nessun collegamento logi…

I fiori di Bach e le sette categorie

Oggi vorrei parlarvi delle 7 categorie in cui s possono dividere i 38 Rimedi del Dr. Bach: Fiori per la paura Fiori per coloro che soffrono l'incertezza Fiori per l'insufficiente interesse per il presente Fiori per la solitudine Fiori per l'ipersensibilitaà alle influenze e alle idee Fiori per lo scoraggiamento o la disperazione Fiori per la preoccupazione eccessiva per il benessere degli altri All'interno di ogni categoria ci sono i fiori che possono essere assimilati a questa categoria che vanno a riequilibrare le varie emozioni.
Per una panoramica sui 38 rimedi, visita la pagina dedicata sul sito BachCentre.it.

Il Rescue Remedy è il rimedio di Bach più conosciuto.

Così come suggerisce il nome,viene utilizzato nei casi di emergenza, ovvero quando accade qualcosa di particolarmente devastante per noi, i nostri cari o i nostri animali, come ad esempio:incidente;lutto improvvisostress perpetuato nel tempoaggressionepaura La somministrazione consiste in 4 gocce ogni 15 minuti finchè non cominciamo a calmarci, da prendere direttamente in bocca o in una bevanda. Il Rescue Remedy è molto utile per i nostri animali nel periodo di Capodanno, quando i fuochi d’artificio li terrorizzano, aiutando a non cedere al panico. In questo caso è ottimo partire in anticipo preparando una boccetta contagocce da 30 ml con acqua e 4 gocce di Rescue Remedy e somministrare 4 gocce 4 volte al giorno già una ventina di giorni prima e concludere la somministrazione intorno alla prima settimana di gennaio. Durante il periodo di festeggiamento intenso, aumentare la frequenza delle somministrazioni. La Nelsons Homeopathic Pharmacy ha creato un Rescue Remedy specifico per gli anim…