Passa ai contenuti principali

Buon 2018




Questi giorni ancora di festa servono per abituarsi al nuovo anno...per diversi giorni ancora scriveremo 2017 al posto 2018.
Questi giorni di festa o di inizio anno dopo le festività del Natale servono per mettere la parola fine al 2017 ed iniziare i nuovi progetti ed i buoni propositi per il 2018!

L'ultimo mese del 2017 è stato un periodo di transizione durante il quale ho deciso i grossi progetti e cose da fare per il 2018 e soprattutto cose da non fare e non sopportare più. Ho deciso che non accetterò più di avere a che fare con persone che non sono il linea con il mio pensiero e la mia etica.

Saluto il 2017 pensando al bellissimo anno che è stato: se penso ai momenti più belli sicuramente ci sono: il superamento dell'esame come BFRAP, il mio nuovo lavoro e tutto l'affetto dei miei ex colleghi che dopo 12 anni di lavoro insieme mi hanno donato tanto affetto, l'inaugurazione del mio studio e tutto l'affetto dei miei amici che sono venuti o mi hanno mandato un messaggio per congratularsi con me, il mio secondo livello di Reiki, il progetto a Radio Big World, il mio primo corso di cristalloterapia, un'estate fantastica, la visita all'isola d'Elba, l'inizio del mio corso di floriterapia  australiana, il progetto fiori di loto, il progetto cashback world, e non ultimo per importanza l'arrivo di Dee Dee a casa.

Ho molto di cui ringraziare, molto da lasciar andare senza più voler trattenere, e spazio per sognare in grande, tra l'altro Saturno è nel Capricorno per cui fino al 2020 dovrebbero essere anni di successo per il mio segno.

E tu? Quali sono i tuoi  momenti più belli dell'anno che si è appena chiuso?
Scrivili, condividili, e celebra l'anno che se ne va. Ma soprattutto celebra te stesso, perchè tu sei splendido e hai realizzato molto, in questo anno.
Impara a riconoscere ed a celebrare i tuoi successi! 

Ci sono tante cose che sicuramente non sono andate bene o che potevano essere andate meglio....sicuramente una delle cose che vorrei riprendere è iniziare a correre di nuovo...questo 2018 devo farlo davvero e devo anche essere più coraggiosa ed avere più fiducia in me e portare avanti con tenacia tutti i miei progetti...

Commenti

Post popolari in questo blog

La sindrome del cane nero è una patologia che non colpisce i cani, ma bensì gli umani.

Questa malattia ha come effetto quello di guardare i cani neri in modo diverso. Se ritrovate il vostro pensiero in almeno una delle frasi seguenti, siete affetti da questa grave malattia.

I cani neri sono più pericolosiI cani neri fanno pauraI cani neri hanno più probabilità di mordereI cani neri hanno la tendenza ad essere più aggressivi

Vi rendete conto dell’assurdità di queste affermazioni?  Eppure molta, troppa gente condivide almeno una delle frasi precedenti.
RAZZISMO VERSO IL CANE NERO Fenomeno diverso da quello del cane razzista, è il razzismo degli umani nei confronti dei cani neri. Che ci crediate o no, quando porto fuori Nerone (il mio canone nero coraggioso) la gente lo guarda con sospetto e mi dice se è buono o meno. Riprendono solo a respirare quando gli dico che ha paura e che non è un pericolo. 

Pensare che il colore del pelo possa influenzare il carattere di un cane equivale a pensare che la Regina Elisabetta dorma sotto i ponti. E’ assurdo. Non c’è nessun collegamento logi…

I fiori di Bach e le sette categorie

Oggi vorrei parlarvi delle 7 categorie in cui s possono dividere i 38 Rimedi del Dr. Bach: Fiori per la paura Fiori per coloro che soffrono l'incertezza Fiori per l'insufficiente interesse per il presente Fiori per la solitudine Fiori per l'ipersensibilitaà alle influenze e alle idee Fiori per lo scoraggiamento o la disperazione Fiori per la preoccupazione eccessiva per il benessere degli altri All'interno di ogni categoria ci sono i fiori che possono essere assimilati a questa categoria che vanno a riequilibrare le varie emozioni.
Per una panoramica sui 38 rimedi, visita la pagina dedicata sul sito BachCentre.it.

Il Rescue Remedy è il rimedio di Bach più conosciuto.

Così come suggerisce il nome,viene utilizzato nei casi di emergenza, ovvero quando accade qualcosa di particolarmente devastante per noi, i nostri cari o i nostri animali, come ad esempio:incidente;lutto improvvisostress perpetuato nel tempoaggressionepaura La somministrazione consiste in 4 gocce ogni 15 minuti finchè non cominciamo a calmarci, da prendere direttamente in bocca o in una bevanda. Il Rescue Remedy è molto utile per i nostri animali nel periodo di Capodanno, quando i fuochi d’artificio li terrorizzano, aiutando a non cedere al panico. In questo caso è ottimo partire in anticipo preparando una boccetta contagocce da 30 ml con acqua e 4 gocce di Rescue Remedy e somministrare 4 gocce 4 volte al giorno già una ventina di giorni prima e concludere la somministrazione intorno alla prima settimana di gennaio. Durante il periodo di festeggiamento intenso, aumentare la frequenza delle somministrazioni. La Nelsons Homeopathic Pharmacy ha creato un Rescue Remedy specifico per gli anim…