Passa ai contenuti principali

Joy. Da dove tutto è iniziato!

Io ho sempre amato i cani, ma a casa mia non c'era verso di averne uno. Mio padre è terrorizzato dai cani e mia madre è sempre stata troppo impegnata per occuparsene. Quindi mi sono dovuta accontentare del cane del nonno, di avere un gatto che mi ha odiato per tutta la mia infanzia, di un uccellino di mio fratello al quale ho regalato la libertà e di diverse tartarughe acquatiche. Ma di cani non si poteva nemmeno parlare. Io però li amavo tanto, e questo mio amore mi ha portato a prendere diversi morsi dai cani perché gli rompevo le scatole.
Dopo la separazione dei miei, a casa dove vivo io ora è venuta a stare un'amica di mia mamma. Lei voleva un cane ma non se la sentiva per il tempo e con l'impegno che io l'avrei aiutata ad occuparsene siamo andate in canile a scegliere un cucciolo.
Io non l'ho scelta, è lei che ha scelto me, saltandomi in collo appena mi ha visto. E così è arrivata Joy e la prima cosa che ha fatto è stato farmi la cacca addosso mentre tornavamo a casa.
All'inizio stava dalla vicina, poi lei ha iniziato a nutrire dubbi sull'avere un cucciolo e voleva riportarla indietro. Io mi impuntai ed ottenni di poterla tenere a casa mia con l'aiuto della vicina per le uscite. Mia mamma dopo due giorni non la voleva più, lei piangeva tanto, perché quando io non ero a casa a tutelarla dai gatti veniva messa nel mio bagno. Ma lei li non ci voleva stare. Poi mia mamma non la voleva sul letto quindi lei piangeva anche per questo.
Alla fine lei si è fatta amare da tutti nel giro di poco e nel giro di pochi mesi ha ottenuto il rispetto dei gatti ed ha conquistato il letto.
Joy era bravissima, ubbidiente quando voleva, anarchica, sicura e decisa. Con lei ho passato 16 anni stupendi, lei veniva con me ovunque, giardini, boschi, mare, montagna, stava sciolta ovunque, se la chiamavo veniva subito ed attraversa la strada a comando.
La mia amica Daniela ha detto che era telecomandata, ma noi non abbiamo mai seguito un giorno di corso.
Joy amava il mondo e le persone, stava con tutti, si faceva amare da tutti ed amava ogni essere vivente. Potevo in caso di necessità lasciarla a chiunque e lei si comportava bene.
Joy ha visto il mondo, ha viaggiato in motorino, macchina, treno, nave, aereo. Ha visto diversi paesi dell'Europa. Joy veniva ovunque tu andassi, se mangiavi si siedeva e chiedeva solo la possibilità di condividere il cibo con lei. Chi l'aveva conosciuta se la ricordava, e se tornavamo in un posto tutti ci chiedevano di lei.
Joy amava le palline e le pigne, adorava chi perdeva del tempo a giocare con lei.
Joy era perfetta per me, il cane perfetto per accompagnarmi dall'adolescenza alla maturità. Un cane del quale non ti dovevi mai preoccupare, se non per la sua salute.
Lei è stata l'inzio di tutto quello che sono.
Io amo immaginarla come una stella che veglia su di me, ed ogni tanto quando guardo il cielo e vedo una stella brillare penso a lei.
Joy 1 Aprile 1996-9 Gennaio 2012

Commenti

Post popolari in questo blog

I fiori di Bach e le sette categorie

Oggi vorrei parlarvi delle 7 categorie in cui s possono dividere i 38 Rimedi del Dr. Bach: Fiori per la paura Fiori per coloro che soffrono l'incertezza Fiori per l'insufficiente interesse per il presente Fiori per la solitudine Fiori per l'ipersensibilitaà alle influenze e alle idee Fiori per lo scoraggiamento o la disperazione Fiori per la preoccupazione eccessiva per il benessere degli altri All'interno di ogni categoria ci sono i fiori che possono essere assimilati a questa categoria che vanno a riequilibrare le varie emozioni.
Per una panoramica sui 38 rimedi, visita la pagina dedicata sul sito BachCentre.it.

Fiori Australiani per gli animali

Gioia, eccitazione, dolore, tristezza e rabbia trovano riscontro nel mondo animale. 

Gli animali, come tutti gli essere viventi, hanno vibrazioni energetiche proprie e l’equilibrio di tale energia è fondamentale per il loro benessere. 

Le Australian Bush Flower Essences aiutano ad armonizzare i disequilibri vibrazionali che possono influire negativamente. Aiutano a elaborare gli effetti delle esperienze negative e agiscono sui modelli comportamentali che possono influire negativamente sulla qualità di vita di ogni essere vivente.
Sono particolarmente utili per ristabilire l’equilibrio naturale e favoriscono l’armonia ristabilendo la connessione con le energie positive della Natura.


Consigli d’uso:
Aggiungere 4 gocce per gli animali di piccola taglia (pesci, uccelli, criceti, conigli) e 7 gocce per gli animali di media (cani e gatti) e grande taglia (cavalli, mucche) mattino e sera.
Oggi vi perlo dei composti già pronti dell' Australian Bush Flower- Universe Pet.
AGGRESSIVE - Tendenze agg…

La sindrome del cane nero è una patologia che non colpisce i cani, ma bensì gli umani.

Questa malattia ha come effetto quello di guardare i cani neri in modo diverso. Se ritrovate il vostro pensiero in almeno una delle frasi seguenti, siete affetti da questa grave malattia.

I cani neri sono più pericolosiI cani neri fanno pauraI cani neri hanno più probabilità di mordereI cani neri hanno la tendenza ad essere più aggressivi

Vi rendete conto dell’assurdità di queste affermazioni?  Eppure molta, troppa gente condivide almeno una delle frasi precedenti.
RAZZISMO VERSO IL CANE NERO Fenomeno diverso da quello del cane razzista, è il razzismo degli umani nei confronti dei cani neri. Che ci crediate o no, quando porto fuori Nerone (il mio canone nero coraggioso) la gente lo guarda con sospetto e mi dice se è buono o meno. Riprendono solo a respirare quando gli dico che ha paura e che non è un pericolo. 

Pensare che il colore del pelo possa influenzare il carattere di un cane equivale a pensare che la Regina Elisabetta dorma sotto i ponti. E’ assurdo. Non c’è nessun collegamento logi…