Passa ai contenuti principali

Il Rescue Remedy è il rimedio di Bach più conosciuto.

Così come suggerisce il nome, viene utilizzato nei casi di emergenza, ovvero quando accade qualcosa di particolarmente devastante per noi, i nostri cari o i nostri animali, come ad esempio:

  • incidente;
  • lutto improvviso
  • stress perpetuato nel tempo
  • aggressione
  • paura 
La somministrazione consiste in 4 gocce ogni 15 minuti finchè non cominciamo a calmarci, da prendere direttamente in bocca o in una bevanda.
Il Rescue Remedy è molto utile per i nostri animali nel periodo di Capodanno, quando i fuochi d’artificio li terrorizzano, aiutando a non cedere al panico.
In questo caso è ottimo partire in anticipo preparando una boccetta contagocce da 30 ml con acqua e 4 gocce di Rescue Remedy e somministrare 4 gocce 4 volte al giorno già una ventina di giorni prima e concludere la somministrazione intorno alla prima settimana di gennaio. Durante il periodo di festeggiamento intenso, aumentare la frequenza delle somministrazioni.
capodanno
La Nelsons Homeopathic Pharmacy ha creato un Rescue Remedy specifico per gli animali.
Negli anni i fiori di Bach sono stati rappresentati nell’immaginario collettivo solo dal Rescue Remedy, al punto che diverse persone pensano che i fiori di Bach consistano esclusivamente in questo rimedio.
La sua popolarità deriva dall’immediato beneficio che apporta. E’ stato creato per avere una azione veloce ed immediata e quindi la sua efficacia è facilmente riscontrabile.
Il Rescue Remedy aiuta in determinate situazioni ma non è la panacea di tutti i mali. Se soffro di nostalgia, mi sento depressa o sono iperattiva ad esempio, questo rimedio non mi darà alcun beneficio perché all’interno non è presente alcun fiore atto a lavorare su emozioni come queste. Lo stesso vale per i nostri animali. 

Ma c’è anche un altro aspetto molto importante da conoscere di questa essenza floreale. 

Facciamo conto che io assuma il Rescue Remedy già da diverso tempo nei momenti di bisogno in cui mi sento male, sto utilizzando il rimedio come un salvavita: sto male -> prendo il Rescue Remedy -> sto meglio. Sto facendo un pessimo lavoro su me stesso perché questo rimedio si utilizza nei casi di emergenza e funziona solo quando è in atto una crisi, l’assunzione frequente del Rescue Remedy mi fa capire che non sto facendo nulla per migliorare la mia vita e che non sto lavorando su di me e le mie emozioni. Semplicemente reprimo le mie emozioni con qualcosa che mi fa stare meglio ma non mi aiuta nel profondo.
La differenza tra gli altri fiori di Bach e il Rescue Remedy consiste nel fatto che i fiori lavorano su una specifica emozione che ci fa stare male invece il Rescue Remedy aiuta solo a uscire da crisi profonde.
Il bisogno di assumerlo ci ricorda quali sono i nostri punti deboli su cui possiamo lavorare per trasformarli in qualità. Una volta usciti dalla fase acuta della crisi, possiamo valutare un lavoro mirato con gli altri rimedi del sistema del dottor Bach in modo da non arrivare più a vivere momenti così negativamente intensi.
Quindi il vero beneficio del Rescue Remedy è quello di aiutare nel momento di crisi per essere poi dimenticato sul comodino perché le crisi non sussistono più grazie ad un miglioramento di noi stessi.
Lo stesso vale, chiaramente, per i nostri animali.

Commenti

Post popolari in questo blog

I fiori di Bach e le sette categorie

Oggi vorrei parlarvi delle 7 categorie in cui s possono dividere i 38 Rimedi del Dr. Bach: Fiori per la paura Fiori per coloro che soffrono l'incertezza Fiori per l'insufficiente interesse per il presente Fiori per la solitudine Fiori per l'ipersensibilitaà alle influenze e alle idee Fiori per lo scoraggiamento o la disperazione Fiori per la preoccupazione eccessiva per il benessere degli altri All'interno di ogni categoria ci sono i fiori che possono essere assimilati a questa categoria che vanno a riequilibrare le varie emozioni.
Per una panoramica sui 38 rimedi, visita la pagina dedicata sul sito BachCentre.it.

Fiori Australiani per gli animali

Gioia, eccitazione, dolore, tristezza e rabbia trovano riscontro nel mondo animale. 

Gli animali, come tutti gli essere viventi, hanno vibrazioni energetiche proprie e l’equilibrio di tale energia è fondamentale per il loro benessere. 

Le Australian Bush Flower Essences aiutano ad armonizzare i disequilibri vibrazionali che possono influire negativamente. Aiutano a elaborare gli effetti delle esperienze negative e agiscono sui modelli comportamentali che possono influire negativamente sulla qualità di vita di ogni essere vivente.
Sono particolarmente utili per ristabilire l’equilibrio naturale e favoriscono l’armonia ristabilendo la connessione con le energie positive della Natura.


Consigli d’uso:
Aggiungere 4 gocce per gli animali di piccola taglia (pesci, uccelli, criceti, conigli) e 7 gocce per gli animali di media (cani e gatti) e grande taglia (cavalli, mucche) mattino e sera.
Oggi vi perlo dei composti già pronti dell' Australian Bush Flower- Universe Pet.
AGGRESSIVE - Tendenze agg…

La sindrome del cane nero è una patologia che non colpisce i cani, ma bensì gli umani.

Questa malattia ha come effetto quello di guardare i cani neri in modo diverso. Se ritrovate il vostro pensiero in almeno una delle frasi seguenti, siete affetti da questa grave malattia.

I cani neri sono più pericolosiI cani neri fanno pauraI cani neri hanno più probabilità di mordereI cani neri hanno la tendenza ad essere più aggressivi

Vi rendete conto dell’assurdità di queste affermazioni?  Eppure molta, troppa gente condivide almeno una delle frasi precedenti.
RAZZISMO VERSO IL CANE NERO Fenomeno diverso da quello del cane razzista, è il razzismo degli umani nei confronti dei cani neri. Che ci crediate o no, quando porto fuori Nerone (il mio canone nero coraggioso) la gente lo guarda con sospetto e mi dice se è buono o meno. Riprendono solo a respirare quando gli dico che ha paura e che non è un pericolo. 

Pensare che il colore del pelo possa influenzare il carattere di un cane equivale a pensare che la Regina Elisabetta dorma sotto i ponti. E’ assurdo. Non c’è nessun collegamento logi…