Passa ai contenuti principali

Idee per i regali di Natale: Un gioiello della collezione di Fiori di Loto

Vi ho già parlato diversi mesi fa degli Dai e del progetto di Fiori di Loto. Abbiamo realizzato 4 bellissimi gioielli ben-essere che possono essere regalati ai vostri cari per Natale. 
Sono composti da degli DZI, da un portagioie a bustina e da una bellissima pergamena che rende unico questo gioiello con tutte le sue informazioni.

COSA SONO GLI DZI?

Strettamente correlato alla tradizione buddhista, e tibetana in particolare, è un piccolo oggetto di grande forza simbolica e straordinario prestigio: lo dzi, o gzi detto zii -luminoso, luce, splendore- è realizzato con un frammento di agata solitamente di forma cilindrica o bislunga,a volte a mezzaluna accennata.

Ciò che lo contraddistingue da un normale pezzo di pietra, e caratteristica peculiare dello dzi, è il colore, ancor più precisamente le striature ed i disegni che si possono leggere sulla sua superficie; generalmente bianco e nero o marrone e bianco, lo dzi reca all'esterno una serie di motivi, naturali negli elementi autentici ed antichi,come anche creati dall'artigiano che lo prepara, i quali possono essere circolari, ovali, quadrati, ad onde e strisce come nella più tipica usanza tibetana.

Appartenenti a questa straordinaria cultura, gli dzi sono presenti tuttavia in tutta l'area himalayana, dal Buthan al Ladakh, sino ad un'altra regione indiana, il Sikkin ma anche in Pakistan ed Afghanistan come nella Cina buddhista, dove a questo termine è stato associato il significato di pietra del paradiso, perla del cielo.

Ogni dzi è unico, perché a ciascuno viene attribuito un proprio valore distintivo ed un significato intrinseco speciale, legato alla sua simbologia: la credenza più diffusa sosteneva che chi lo avesse posseduto sarebbe stato inondato da una grande quantità di benefici, quali protezione, prosperità, benessere, fortuna...

Considerata la pietra stessa portatrice di buona energia, è perciò facile pensare che se abbinata a motivi decorativi profilattici avrebbe decisamente aumentato le sue speciali caratteristiche, divenendo perciò ancor più potente.


L'agata è un materiale dalla struttura variegata, quindi striature e venature di varia tipologia sono assolutamente consuete,e possono creare forme molto differenti.

Come si diceva in precedenza, i più ricercati erano gli dzi con gli occhi, cioè con quelle formazioni circolari, che potevano arrivare sino addirittura a nove, ed erano di gran lunga i più amati, graditi ed ammirati.

A seconda del numero degli occhi variava il potere tutelare: con uno, era correlato con il sole ed esprimeva la forza interiore, a due rappresenta equilibrio e saggezza, tre occhi riflessione e fantasia, appoggio e sostegno per tutti coloro che trattavano affari di vario genere.

Ogni disegno aveva un suo significato e per questo l'uso era determinato da esso, nel senso che ogni preciso pezzetto di pietra aveva una sua funzione e scopo, con il conseguente risultato di poter essere utilizzato esclusivamente dalla persona alla quale era stato destinato.

Per questo il valore ed il prezzo di queste piccole pietre poteva essere, ed è ancor oggi, molto elevato, quanto un gioiello prezioso, anche in riferimento all'età della perlina.



La nuova collezione di Opposite dedicata agli DZI è disponibile da me o direttamente contattando Laura di Opposite, che oltre agli splendidi dzi potrà mostrarvi tutti i suoi capolavori.


Commenti

Post popolari in questo blog

I fiori di Bach e le sette categorie

Oggi vorrei parlarvi delle 7 categorie in cui s possono dividere i 38 Rimedi del Dr. Bach: Fiori per la paura Fiori per coloro che soffrono l'incertezza Fiori per l'insufficiente interesse per il presente Fiori per la solitudine Fiori per l'ipersensibilitaà alle influenze e alle idee Fiori per lo scoraggiamento o la disperazione Fiori per la preoccupazione eccessiva per il benessere degli altri All'interno di ogni categoria ci sono i fiori che possono essere assimilati a questa categoria che vanno a riequilibrare le varie emozioni.
Per una panoramica sui 38 rimedi, visita la pagina dedicata sul sito BachCentre.it.

Fiori Australiani per gli animali

Gioia, eccitazione, dolore, tristezza e rabbia trovano riscontro nel mondo animale. 

Gli animali, come tutti gli essere viventi, hanno vibrazioni energetiche proprie e l’equilibrio di tale energia è fondamentale per il loro benessere. 

Le Australian Bush Flower Essences aiutano ad armonizzare i disequilibri vibrazionali che possono influire negativamente. Aiutano a elaborare gli effetti delle esperienze negative e agiscono sui modelli comportamentali che possono influire negativamente sulla qualità di vita di ogni essere vivente.
Sono particolarmente utili per ristabilire l’equilibrio naturale e favoriscono l’armonia ristabilendo la connessione con le energie positive della Natura.


Consigli d’uso:
Aggiungere 4 gocce per gli animali di piccola taglia (pesci, uccelli, criceti, conigli) e 7 gocce per gli animali di media (cani e gatti) e grande taglia (cavalli, mucche) mattino e sera.
Oggi vi perlo dei composti già pronti dell' Australian Bush Flower- Universe Pet.
AGGRESSIVE - Tendenze agg…

La sindrome del cane nero è una patologia che non colpisce i cani, ma bensì gli umani.

Questa malattia ha come effetto quello di guardare i cani neri in modo diverso. Se ritrovate il vostro pensiero in almeno una delle frasi seguenti, siete affetti da questa grave malattia.

I cani neri sono più pericolosiI cani neri fanno pauraI cani neri hanno più probabilità di mordereI cani neri hanno la tendenza ad essere più aggressivi

Vi rendete conto dell’assurdità di queste affermazioni?  Eppure molta, troppa gente condivide almeno una delle frasi precedenti.
RAZZISMO VERSO IL CANE NERO Fenomeno diverso da quello del cane razzista, è il razzismo degli umani nei confronti dei cani neri. Che ci crediate o no, quando porto fuori Nerone (il mio canone nero coraggioso) la gente lo guarda con sospetto e mi dice se è buono o meno. Riprendono solo a respirare quando gli dico che ha paura e che non è un pericolo. 

Pensare che il colore del pelo possa influenzare il carattere di un cane equivale a pensare che la Regina Elisabetta dorma sotto i ponti. E’ assurdo. Non c’è nessun collegamento logi…